Diarrea, che fare?

cibi-diarreaCosa mangiare se si ha la diarrea? 

La diarrea è una condizione che capita sia ai bambini che agli adulti. La diarrea avviene quando le feci sono sciolte, acquose e questo può accadere anche più di tre volte al giorno. Nella prevenzione della diarrea, la dieta gioca un ruolo molto importante. 

Durante e subito dopo un attacco di diarrea acuta, vi sono delle osservanze di "dieta per la diarrea" che dovrebbero tenere conto di: 

- Bere liquidi per supplire ai fluidi perduti
- Evitare cibi che possono peggiorare la diarrea peggio (ad es. i cibi fritti) 
- Mangiare alimenti facili da digerire (es. il riso). 

  
Dieta in caso di diarrea: fluidi ed elettroliti 
Bere liquidi. È importante dopo un attacco di diarrea per prevenire la disidratazione, a causa della perdita di fluidi e degli elettroliti (sodio e potassio). Una corretta idratazione è importante soprattutto nei bambini con diarrea perché le condizioni possono peggiorare seriamente a causa della disidratazione. 
L'acqua è estremamente importante nel prevenire la disidratazione. Per contribuire a mantenere i livelli di elettroliti si possono mangiare minestre o brodo (che contengono sodio) e alcuni succhi di frutta, bacche o ortaggi (che contengono potassio). 

Dieta in caso di diarrea: cosa evitare
Evitare gli alimenti che possono peggiorare la condizione della diarrea: 
  
- Latte e prodotti lattiero-caseari (ad eccezione di yogurt), come il gelato o formaggio 
- Cibi ad alto contenuto di grassi o cibi grassi, come ad esempio cibi fritti 
- Dolci, torte e biscotti 
- Alimenti che hanno molta fibra, come gli agrumi 
- Succo di mela, pera, succo di frutta, succhi di frutta e ciliegia (succo d'uva bianca è una buona alternativa) 
- Bevande con caffeina: caffè, tè, o soda. 

  
Dieta in caso di diarrea: gli alimenti sì!
Dopo un attacco di diarrea, sarebbe opportuno mangiare alimenti digeribili, carboidrati alimentari: 
  
- Banane 
- Riso 
- Patate bollite 
- Toast - Crackers 
- Carote cotte 
- Pollo al forno

  
Evitare il latte e altri prodotti lattiero-caseari per sette / dieci giorni. Un lieve caso di intolleranza al lattosio spesso segue i casi di diarrea. 


Diarrea cronica 
La diarrea che dura più di due settimane è detta "diarrea cronica". In base ad una visita il medico potrà sospettare un caso di intolleranza di allergia alimentare che può aver causato la diarrea. Gli alimenti che tipicamente provocano queste reazioni sono: 
  
Il lattosio, che si trova nei prodotti lattiero-caseari e può provocare diarrea in persone con intolleranza al lattosio 
Carboidrati: il glutine che si trova nel grano, segale, orzo in presenza sospetta di malattia celiaca.  

Prevenire la diarrea del "viaggiatore"

La diarrea può insorgere quando si consumano alimenti o acqua contaminati da batteri, virus o parassiti e spesso questo avviene quando si viaggia per paesi o continenti diversi dal nostro che hanno condizioni igieniche precarie. Ci sono precauzioni che si possono adottare per prevenire la diarrea del viaggiatore. 
  
Dieta per evitare la diarrea in viaggio 
Evitare di bere acqua del rubinetto o di utilizzare cubetti di ghiaccio ottenuti dall'acqua di rubinetto. Non usare acqua di rubinetto neanche per lavare i denti. 
  
- Evitare di bere latte o mangiare prodotti lattiero-caseari che ne derivano. 
  
- Non mangiare carne o frutti di mare non caldi. 
  
- Evitare tutte le verdure crude e frutta (comprese le frutta e insalata di lattuga) a meno che essi non possono essere sgusciati. 
  
- Non mangiare carne cruda o pesce. 
  
- Non mangiare alimenti venduti da venditori ambulanti. 
  
- È possibile bere acqua in bottiglia, bibite gassate e bevande calde come il caffè o il
tè.
 
  


Sei qui: Home Alimentazione e Salute Diarrea, che fare?