SCREEN

Cpanel

Cause della congestione

Le cause della congestione dipendono anche da ciò che mangiamo e da quello che mangiamo. Un aspetto medico della questione che va citato è quello riguardante la natura della digestione: dopo aver mangiato un pasto abbondante, non sarà troppo raro avvertire un senso di pienezza perché il cibo è nel nostro stomaco in attesa di essere digerito. Ma la pienezza di stomaco è data anche dalla presenza di sangue che circola nel nostro apparato durante il lavoro della digestione.

Cosa avviene se sottoponiamo l'organismo ad un cambiamento di temperatura a causa dell'acqua gelata o se compiamo uno sforzo fisico troppo intenso? Avviene uno squilibrio nella circolazione del sangue nelle diverse parti dell'organismo, che porta ad una carenza di sangue al cervello e al "blocco" dei processi digestivi.

Sintomi della congestione

I sintomi della congestione sono: pallore, nausea, vomito, vertigini e, in casi più gravi, perdita di coscienza. (vedi nel dettaglio i sintomi della congestione

Come accorgersi che si sta avendo una congestione?

Ecco i sintomi che compaiono in presenza di una congestione. I sintomi si avvertono durante la digestione, nell'arco di 3/4 ore dall'ultimo pasto.

Mal di stomaco
Dolori addominali
Nausea e vomito
Flatulenza
Bruciori di stomaco
Vertigini
Annebbiamento della vista
Debolezza muscolare
Spossatezza
Mal di testa
Sudorazione, formicolii

Prevenire la congestione

Bastano piccoli accorgimenti per non incorrere nella congestione

Sappiate intanto che la digestione ha tempi diversi che cambiano da soggetto a soggetto, ma anche da momento a momento nello stesso soggetto. Questa considerazione è suscettibile della quantità e della qualità dei cibi che influenzano i tempi di assorbimento e la fatica che l'organismo farà per compiere il processo digestivo.

Attenzione a quello che mangiamo

Evitare pasti troppo abbondanti soprattutto se si è in estate o se a ridosso di un'intensa attività fisica. Sappiate che un pasto di 800-1.000 calorie impiega almeno dalle 2 alle 4 ore per essere digerito. Un pasto di 300-400 calorie viene digerito nell'arco di un'ora.
Limitare gli alimenti ricchi di grassi perché rallentano la digestione. Preferiamo pasti a base di carboidrati complessi (pasta, riso e frutta), e cucinati in maniera semplice a uova, formaggi, carne in abbondanza (cibi ricchi di proteine e grassi).

Ed ecco cosa non dovreste dimenticare...

Siete al mare, fa caldo e volete fare il bagno ma avete mangiato? Evitate di andare in acqua prima di un paio d'ore dopo avere consumato un pasto leggero a base di carboidrati; evitate anche lo sforzo compiuto a digiuno completo. E' poi prudente fare il bagno in compagnia ed evitare di allontanarsi troppo dalla riva o affrontare sforzi superiori alle proprie capacità.